Panettone arancia e Cointreau

 

Questo è il mio primo panettone, il primo creato da me 😀 Sono orgogliosa e soddisfatta dell’ottimo risultato, anche se ho penato tanto per la pirlatura. L’impasto ha una consistenza molto diversa da quella di tutti i panettoni che ho provato fino ad ora. E’ volutamente più idratato e molto burroso, quindi il risultato finale porta ad un impasto “sottile”. Nonostante l’ottima incordatura ed il velo perfetto, l’impasto resta umido e un po’ “appiccicoso”. Un esperimento insomma, per me, riuscito alla grande. Volevo arrivare ad una struttura leggera, un gusto soft e ad un’alveolatura più grossa; volevo i buconi 😀 La consistenza di questo panettone ricorda un po’ il pandoro; una nuvola di leggerezza! La presenza del liquore dona una nota molto particolare a questo panettone speciale. Unica pecca, essendo tanto leggero (la fetta ha difficoltà a strare in piedi per quanto è soffice), una fettazza scende giù che è un piacere! 😀

1

Panettone arancia e Cointreau

Ingredienti

Poolish (ore 7:00)

  • 50 gr di farina W 400
  • 50 gr di acqua
  • 4 gr di lievito di birra

Preparare il poolish sciogliendo il lievito nell’acqua e aggiungendo la farina. Mescolare benissimo con la coda di un cucchiaio e lasciare a temperatura ambiente in un contenitore chiuso fino a quando inizia ad alzarsi e poi spostarlo in frigorifero.

Biga (ore 18:00)

  • 50 gr di farina 00
  • 25 gr di acqua
  • 5 gr di lievito di birra

Preparare la biga sciogliendo il lievito nell’acqua e impastare con la farina fino a formare una palla liscia e morbida. Chiudere la palla in un po’ di pellicola alimentare, stringendo bene e senza far entrare aria.

Impasto (ore 20:00)

  • poolish
  • biga
  • 180 gr di farina W 400
  • 120 gr di farina 00
  • 90 gr di zucchero
  • 60 gr di acqua
  • 30 gr di Cointreau
  • 5 tuorli (100 gr)
  • 200 gr di burro
  • i semini di una bacca di vaniglia
  • 6 gr di sale

+

  • 2 cucchiaini di miele all’arancia
  • 100 gr di arancia candita
  • 10 gr di acqua
  • 100 gr di uvetta
  •  Cointreau q.b.

Per glassare

  • 100 gr di zucchero a velo
  • il succo di mezza arancia
  • 1 cucchiaio di Cointreau
  • zeste di arancia

Preparare l’impasto usando la frusta K. Inserire nella planetaria le farine e aggiungere il poolish, la biga, l’acqua, lo zucchero, la vaniglia ed i tuorli. Impastare a media velocità, inserendo poco per volta il liquore. Quando l’impasto sarà incordato, sostituire la frusta con il gancio e aggiungere poco per volta il burro. Quando l’impasto sarà nuovamente incordato, aggiungere il sale e poi la pasta di arancia, precedentemente preparata con l’arancia candita, i due cucchiaini di miele e i 10 gr di acqua frullati tutti insieme. Appena l’impasto sarà incordato, spegnere l’impastatrice e asciugarlo facendo delle pieghe nella ciotola stessa. Spostare l’impasto in una ciotola capiente, infilata in una busta per alimenti e chiusa. Lasciare lievitare a temperatura ambiente tutta la notte. Al mattino spostare l’impasto in frigo fino alla sera. Due ore prima di tirar fuori l’impasto,  mettere l’uvetta in ammollo nel Cointreau, poi farla scolare bene bene, strizzandola anche un po’. tirare fuori l’impasto (ore 21), inserire l’uvetta nell’impasto imburrandosi benissimo le mani ed il piano di lavoro. Fare le pieghe e pirlare sempre aiutandosi con tanto burro. Mettere l’impasto nello stampo e mettere a lievitare in una busta per alimenti chiusa ad una temperatura di 26° circa.

Cottura (ore 7:00)

Cuocere a 170° da forno freddo per circa 40 minuti. Fare la prova stecchino sul lato della cupola. Appena sfornato inserire i ganci e capovolgere il panettone per 10 ore.

Glassatura

Preparare la glassa con lo zucchero a velo, 1 cucchiaio di Cointreau e il succo di mezza arancia. Mescolare bene. La glassa non deve essere troppo liquida, ma avere la consistenza di una crema densa e corposa. Spatolare la glassa sulla cupola del panettone e decorare con zeste di arancia.

Conservare in una busta per panettoni spruzzata con dell’alcool puro.

SAM_8035

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Tags from the story
, , ,
More from sciuesciue

Mousse di ricotta con cicoli croccanti

Quando ero piccola una delle mie merende preferite era la ricotta di fuscella....
Read More

16 Comments

    • Effettivamente è proprio buono tesò, mi è andata bene! Il prossimo cioccolato e rum 😉 grazie! :-*

    • Grazie ciccina bella :-* quest’anno abbiamo iniziato a sfornare bei panettoni eh? Curiosissima di vedere la tua ultima sfornata profumosa 😀

  • Ciao vorrei provare la tua ricetta complimeti la foto è bellissima e volevo sapere quanto e grande lo stampo che hai usato , è da 1 kilo? E se volessi fare due panettoni da 1/2 kilo ? Che dici? Cambierebbe però la durata dell’ultima lievitazione e il tempo di cottura, vero? Mi dai dei consigli? Grazie e scusa!!!

    • Ciao! La ricetta è per uno stampo da 1 kg, se vuoi puoi dividere l’impasto in due parti uguali e fare due panettoncini da 500 gr. La lievitazione finale sarà sicuramente più veloce ed anche la cottura, ma non di tanto. Partendo dal forno freddo probabilmente un 5 max 10 minuti in meno. E’ comunque abbastanza semplice da capire quando è cotto. Dovrà cuocere circa 10 minuti dopo aver fatto la cupola 😉 Buon panettone!!! 😀

  • L’ho provato giorni fa, tagliato oggi. Non si può capire quanto è buono!!! Una meraviglia:, soffice, gustoso, ma non troppo dolce.
    Le mie uniche variazioni: ho messo anche cubetti di arancia candita nell’impasto e ho fatto una glassa tipo mandorlato prima di cuocerlo.
    Grazie mille!
    Mimma

    • come sono contenta!!! buonissima la glassatura che hai usato 😛 grazie per averlo provato e se vuoi inviami una foto così la inserisco nel post 😉

  • Ora sono a lievitare, domani mattina inforno, spero!!! Alla fine ne ho fatti 2 da 1 kilo. Ma nn so come andrà, li ho fatti rum e cioccolato fondente, ma ho alggiunto il cioccolato appena tolto dal frigo l’impasto, forse dovevo aspettare che fosse a temperatura ambiente…poi ho dato pieghe, ma impasto era duretto e poi pirlato e messo a lievitare, ma in busta e in forno perche altrimenti troppo fredda la cucina, o cmq molto lontana dai 26* che indichi tu…..bhe speriamo che domani mattina posso cuocere, ti aggiornerò!!!!

    • com’è andata?? anche io ne ho fatto uno cioccolato e rum, ma è andata male! mi sono addormentata poco prima di doverlo infornare….ti lascio immaginare il giorno dopo cosa ho trovato :'( per arrivare a 26° basta mettere in forno con la lucina accesa e se ancora non arrivi a 26° aggiungi un pentolino con dell’acqua calda 😉

      • Allora….i panettoni sono venuti apparentemente bene, la verità la saprò solo al momento del tagli!!!:)
        Ma sono soddisfatta ,l aspetto è ok morbidi al tatto, solo che il mio forno è un po forte quindi ho dovuto abbassare temperatura e coprire con carta argentata.uno dei due si è un pò staccato dalla carta panettone e poi in cottura è colato un pò di burro ipdal fondo dello stampo.
        Ti dirò il sapore e ti manderò foto!!!

        • Non vedo l’ora di vedere il tuo panettone! Spero ti piaccia! Anche il mio forno mi sta dando enormi problemi… mi brucia all’improvviso le cose mannaggia…mi sa che è arrivato il momento di cambiarlo :'( per il burro che è fuoriuscito mi spiace….dalla mia esperienza questo non porta a niente di buono, nel senso che il prodotto finale non sarà dei migliori…ma spero tanto che il tuo caso sia l’eccezione alla regola 😉

          • Sono fiduciosa, anche perche era sicuro il burro che ho usato per pirlare ,solo che il taglio avverra domani sera!!!!ciao ed intanto buon natale!!!!!!!

  • Grazie! Benissimo, se è il burro della pirlatura è normale 😉 Tantissimi auguri per un felicissimo Natale a te e a tutta la tua famiglia!

  • Qui si vede che c’è arte!
    Davvero… lo DEVO fare!
    Consigli invece su abbinamenti di non alcolico (tipo con arancia e…)?
    GRAZIE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.